Via Asiago 7 - 38123 Trento (TN)

Odontoiatria Bellevue

Centro BellevueApparecchio fisso: come pulire i denti in maniera efficace?

Apparecchio fisso: come pulire i denti in maniera efficace?

Quando si mette l’apparecchio fisso per correggere una malposizione dei denti, la pulizia è fondamentale!

Chi inizia un trattamento ortodontico ha di solito l’obiettivo di migliorare la masticazione e l’estetica del sorriso. Per raggiungere questi risultati è importante mantenere l’apparecchio pulito. Infatti, se rimangono residui alimentari o residui di placca appoggiati sull’apparecchio, incominciano a verificarsi alcuni problemi già dopo poche ore.

Se questi residui sono a contatto con le gengive e le mucose orali, queste si infiammano, si gonfiano, sanguinano e causano dolore.

Gengive gonfie rendono la pulizia dei denti più complicata. E non solo, possono ostacolare il corretto posizionamento dell’apparecchio, e rendere complicata la valutazione degli spostamenti dentari. Il rischio è che si debba indossare l’apparecchio più a lungo, e che il risultato finale non sia ottimale. Oltretutto, denti meno puliti significa anche rischio più alto di carie e decalcificazioni – antiestetiche macchie bianche, gialle e marroni.

A chi porta un apparecchio fisso, consigliamo di:

  1. Aumentare la frequenza di spazzolamento passando da 2 a 3 volte al giorno, con spazzolino e dentifricio al fluoro (almeno 1000ppm);
  2. Utilizzare uno spazzolino ortodontico. Si tratta di uno speciale spazzolino con un posizionamento strategico delle setole che favorisce la pulizia di tutte le superfici del dente;
  3. Prediligere lo spazzolino elettrico, meglio se con testina ortodontica;
  4. Pulire gli spazi interdentali almeno una volta al giorno con filo ortodontico o scovolini sottili con anima in gomma. In alternativa si può utilizzare il normale filo interdentale con aghi passafilo.
  5. Usare strumenti ausiliari come spazzolino monociuffo, scovolino con setole o idropulsore per pulire le porzioni di apparecchio più difficili da raggiungere.
  6. Altri utili ausili possono essere le pastiglie rivelatrici di placca da usare dopo la pulizia dei denti per verificare la presenza di eventuali residui;
  7. Usare un collutorio al fluoro in aggiunta alla pulizia dei denti con spazzolino e filo interdentale: ma questo è da fare in momenti diversi, come per esempio dopo gli spuntini fuori pasto, per abbassare la carica batterica e rinforzare la superficie dei denti;
  8. Gel al fluoro da applicare sulla superficie dei denti per rinforzare lo smalto e prevenire le decalcificazioni.
  9. Probiotici in compresse per favorire lo sviluppo di una flora batterica che aiuti a prevenire la degradazione dello smalto dei denti e a mantenere la salute delle gengive.

In generale, consigliamo di aumentare la frequenza delle sedute di igiene orale durante tutta la durata del trattamento ortodontico, e di effettuare regolari visite di controllo con il dentista.

L’igienista dentale vi spiegherà il corretto utilizzo degli strumenti per l’igiene orale, e consiglierà la frequenza delle sedute di igiene orale nel modo più adeguato ad ogni singolo paziente. Le sedute di igiene orale serviranno anche per ricevere istruzione e motivazione per ila corretta pulizia di denti e apparecchio a casa.

In questo modo il trattamento ortodontico sarà un piacevole percorso di miglioramento di masticazione e sorriso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

d

Per conubia nostra, per inceptos hime
Mauris in erat justom etone. Per conub
per inceptos hime naeos.

Where to find us

Social Share